All’Alta Valle il primato di coma etilici per la notte di San Silvestro

La notte di san Silvestro è sempre impegnativa per gli uomini del 118. Sono state tre le risse che hanno impegnato i sanitari che insieme ai Carabinieri. s Primo intervento nel Comune di Valfurva, in via Santa Caterina, intorno alle 2,30, un uomo di 24 anni rimasto ferito a seguito di un evento violento. Qualche minuto più tardi a Tresivio, intorno le 2,40 in via lago, un 35enne e una 43enne sono finiti in ospedale dopo un aggressione. Infine, all’alba nel paese di Piateda in via Roma, un maschio 32 enne ha avuto bisogno di aiuto dopo una colluttazione, fortunatamente per lui non è stato necessario il ricovero al nosocomio di Sondrio.

COMA ETILICI

Diverse ambulanze sono poi state chiamate ad intervenire per intossicazioni etiliche che hanno coinvolto giovanissimi. La serata è iniziata con un codice rosso a Bormio in via Manzoni poco prima della mezzanotte, un ragazzo di 17 anni ha bevuto talmente tanto che per lui è stato necessario il ricovero d’urgenza al Morelli di Sondalo. Successivamente, sempre a Bormio, verso le 00,20 un altro 17enne è stato soccorso sempre in via Manzoni, per lui le condizioni erano meno gravi ma è stato comunque ricoverato. All’1,23, in centro a Grosotto, un ragazzo di 18 anni è stato prelevato e trasportato all’ospedale. Successivamente sempre in via Manzoni a Bormio una ragazza di 17 anni è stata soccorsa ancora per intossicazione etilica. Alle 2 in via Adamello in Aprica una 20enne è stata trasportata all’ospedale di edolo per salvarla dal coma etilico. A Livigno, alle 2.40 un giovane di 19 anni è stato soccorso in via Gerus. Per finire l’ultimo intervento per intossicazione etilica è stato a Bormio, sempre in via Manzoni, alle 4:30 un 17enne ha avuto bisogno dei sanitari, dopo aver esagerato con l’alcol è stato trasportato all’ospedale per un ricovero d’urgenza.