VIDEO – Frana Cengalo, Della Bitta: «Non servono allarmismi». Le ricerche continuano

Continuano le ricerche dei dispersi mentre «Tutte le iniziative per la sicurezza sono state attivate». A dirlo è il presidente della Provincia di Sondrio Luca Della Bitta, che rilascia un breve commento relativo alla frana del Cengalo avvenuta il 23 agosto proprio sul confine tra la Svizzera e l’Italia.

A DISPOSIZIONE
«Anche questa mattina abbiamo rinnovato alla comunità di Bregaglia ed alle autorità Svizzere la nostra vicinanza umana e istituzionale in questo momento di grandissimo dolore e preoccupazione – scrive Della Bitta -. In mattinata sia la protezione civile regionale che quella nazionale hanno rinnovato la disponibilità a collaborare, in caso di bisogno, con i nostri uomini e mezzi. Le istituzioni e la protezione civile italiana si sono messe a disposizione».

NON SERVONO ALLARMISMI
«Continuano le ricerche dei dispersi che sono la prima vera grande tragedia.
Tutte le iniziative per la sicurezza in Italia sono state attivate. La situazione é costantemente monitorata e non serve alcun allarmismo. In base alle evoluzioni della situazione siamo pronti ad affrontare eventuali criticità. In giornata riapriremo tutte le piste ciclabili della Valchiavenna chiuse in via precauzionale nei giorni scorsi. Oggi pomeriggio i sindaci della Valchiavenna, in maniera unitaria e coesa, faranno il punto della situazione» conclude.

GLI SFOLLATI E I DISPERSI
Già nella giornata di oggi, scrive il quotidiano svizzero Rsi, alcuni degli sfollati possono fare rientro a casa a patto che siano preparati per un’eventuale evacuazione. Le ricerche degli otto dispersi continuano senza sosta, ma dalla Polizia Cantonale fanno sapere che le speranze per il loro ritrovamento sono davvero basse.
Nel video, pubblicato da Rsi sulla sua pagina Facebook, la macchina dei soccorsi al lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *