Lo Sci Club Alta Valtellina di Davide Canclini & Co. riparte alla grande …

Recentemente abbiamo incontrato il “gruppo” giovanile dello ski – alp (sci alpinismo) appartenente allo Sci Club Alta Valtellina di Davide Canclini che – unitamente ai suoi due validi collaboratori ed allenatori, ovvero Mattia Cola e Matteo Pedergnana – oramai da alcuni anni segue questi “giovani, promettenti e bravi” atleti, alcuni dei quali già in odore di nazionale in qualità di tecnico sia del club che abbiamo ricordato che della Nazionale Italiana Giovanile di skialp. Siamo riusciti ad intervistare Davide Canclini (Toio) anche perché proprio in questo periodo è fermo al “palo” – utilizzando un termine sportivo – a causa di un’operazione chirurgica (superata brillantemente) e con lui abbiamo fatto una bella chiacchierata (con alcune domande), sia sulla stagione passata che soprattutto su quella che – oramai a breve – andrà ad iniziare!

1.Subito un bilancio sulla stagione sportivo – agonistica (2016/2017) trascorsa.

<< Il gruppo dei giovani dello Sci Club Alta Valtellina (ski – alp) che hanno partecipato all’attività dello sci – alpinismo nella stagione 2016-2017 è stato suddiviso in tre categorie in base all’età: cadetti (anni 2002-2001-2000) 9 atleti (2 femmine e 7 maschi); junior (anni 1999-1998-1997) 10 atleti (3 femmine e 7 maschi) ed espoir/under 23 (anni 1996-1995-1994) 4 atleti (2 femmine e 2 maschi). In generale tutti gli atleti hanno partecipato ad una decina di eventi sportivi; gli junior – in particolare – che sono stati convocati in Nazionale, per le gare di Coppa del Mondo, hanno partecipato anche alle gare inserite nel programma dei Campionati Mondiali di Alpago/Piancavallo in Veneto-Friuli Venezia Giulia; in queste ultime gare hanno partecipato anche gli atleti della categoria cadetti convocati anch’essi in Nazionale. Inoltre, è stato seguito – integralmente – il circuito di Coppa Italia Giovani (dove lo Sci Club Alta Valtellina è risultato la 1^ società classificata) e si è partecipato alle varie prove di Campionato Italiano (vertical, staffetta e individuale); da ricordare la partecipazione alla “race” Giovani di Coppa Dolomiti che ha aperto la stagione agonistica nazionale trascorsa, dove la nostra società si è messa un oro al collo come 1^ società classificata. Per concludere ricordo che sono stati convocati in squadra nazionale ski – alp – per la partecipazione alle gare di Coppa del Mondo Giovani ed ai Campionati Mondiali di sci – alpinismo – i seguenti nostri atleti: Giulia Compagnoni (under 23) che da fine novembre 2016 è entrata a far parte del Centro Sportivo Esercito); Pietro Canclini (under 23); Luca Faifer (under 23); Nicolò Canclini (junior); Andrea Prandi (junior); Samantha Bertolina (cadetti f) e Simone Antonioli (cadetti m). E’ stata organizzata anche una tappa del sopra ricordato circuito di Coppa Italia Giovani per le categorie Cadetti-Junior-Espoir/Under 23(Li Scariza da FocA) che si è svolta a Santa Caterina Valfurva (4-5 gennaio 2017) con l’inedita formula ad inseguimento che prevedeva la gara sprint il sabato pomeriggio/sera  – nel parterre della pista Cevedale – e la prova individuale la domenica mattina sulle nevi della valle dell’Alpe con partenza/arrivo al rifugio “Sunny Valley, dove   hanno partecipato circa 140 (138 per l’esattezza) giovani. Per questo importante evento sportivo, di respiro nazionale … un particolare “grazie” a tutti agli sponsor tecnici del nostro sci club, oltre a tutti gli “altri” sponsor che hanno contribuito a rendere unica la manifestazione, dando un’immagine positiva delle capacità organizzative del sodalizio e delle potenzialità dell’Alta Valtellina e di Santa Caterina Valfurva; perciò un grosso grazie a RICOLA – SCIARE PER LA VITA – LEVEL e PRO LOCO VALFURVA>>

  1. Oramai da alcuni anni, siete affiancati da alcuni “amici” che vi aiutano in questa meravigliosa avventura; li vogliamo ricordare …

<<Come sempre un doveroso “grazie” e di cuore dal profondo a tutta la struttura dello Sci Club Alta Valtellina che sostiene – da parecchi anni – l’intera attività dello sci – alpinismo (ski – alp): dal presidente in primis a tutto il direttivo; per non dimenticare la segreteria, il servizio trasporto … insomma tutti, nessuno escluso, che sempre ci supportano in occasione di ogni singola trasferta. Inoltre, nella domanda si menziona il termine di “amici”: ebbene loro sono veramente importanti! Perciò mi sembra doveroso – in tale contesto – ricordarli con un grosso GRAZIE: CAMP – CRAZYIDEA -NS ATTACCHI – SKI TRAB – DYNAFIT – POMOCA PELLI DI FOCA – RISTORANTE PIZZERIA AL FRODOLFO i quali sostengono con il loro contributo tutta l’attività del nostro club e, cosa non da poco, permettono a tanti ragazzi (senza gravare eccessivamente sulle rispettive famiglie) un avvicinamento costante e mirato a questa meravigliosa disciplina sportiva che è lo sci alpinismo. Infatti, tra gli obiettivi di primaria importanza del nostro gruppo, rimangono sempre quelli di diffondere – soprattutto in ambito giovanile – sia la pratica dell’attività sportivo – agonistica in montagna in tutte le sue forme che l’amore ed il rispetto per il territorio nel quale viviamo e nel quale ci muoviamo>>.

3. Prima di analizzare – in sintesi – il programma estivo di preparazione sportivo – agonistica 2017/2018“due parole” circa la posizione – nella graduatoria nazionale – occupata dallo Sci Club Alta Valtellina (ski – alp).

<<Nella graduatoria nazionale – stilata dalla Federazione Italiana Sport Invernali (F.I.S.I.) – per l’attività giovanile dello sci alpinismo con riferimento alla stagione 2016/2017 il nostro club risulta il primo su 48 società! Veramente un ottimo risultato che ci fa ben sperare sulla stagione prossima ventura. Tale importante traguardo non è solo frutto del mio lavoro, ma anche di quello dei miei due validissimi “collaboratori” e cioè degli allenatori – in rigoroso ordine alfabetico – Mattia Cola detto “Piu” e di Matteo Pedergnana detto – per l’appunto – “Gnagna”. A loro va il mio plauso sincero e soprattutto il mio ringraziamento per quanto hanno fatto, fanno e che sicuramente faranno negli anni a venire. Un ringraziamento va anche alle Guide Alpine amiche (Jacopo Compagnoni, Stefano Sosio, Elia Panda Andreola) che ci seguono soprattutto nelle uscite in ambiente, oltre che nell’organizzazione delle gare, e che sanno trasmettere ai ragazzi i valori della montagna>>.

  1. Come prosegue la “marcia” di avvicinamento alla prossima stagione sportivo – agonistica 2017/2018?

<<L’attività di preparazione estiva dello Sci Club Alta Valtellina (settore ski – alp) è abbastanza anomala rispetto a quella che abitualmente si osserva in giro per l’Alta Valtellina e non solamente per quanto riguarda – in generale – gli sci club di sci – alpino piuttosto che quelli di sci – nordico e di biathlon. I nostri ragazzi sono in generale “grandicelli” … quindi – durante il periodo estivo – optano quasi tutti per avere un “impegno lavorativo” (training) per più motivazioni. Come sci club abbiamo fissato – e quindi deciso di effettuare – solo 2 appuntamenti settimanali nei quali ci ritroviamo insieme per fare un allenamento comunitario (a nostro avviso molto importante per affinare e rafforzare l’aggregazione e l’appartenenza al sodalizio) e mantenere in questo modo elevato lo spirito di “gruppo” … che riteniamo di sostanziale importanza nelle attività che pratichiamo. Secondo la nostra “filosofia” – e che sosteniamo come gruppo di allenatori – la performance di alto livello così strutturata ne guadagna parecchio se passa proprio da percorsi non solo individuali, ma anche di condivisione con tutti i componenti del gruppo (dai “vecchi” del team fino al nuovo arrivato … tutti uniti e amici – compagni di “fatica” … prima nel club di appartenenza e poi  “rivale/i” durante la successiva fase sportivo – agonistica … insomma quanto evidenziato in precedenza ci piace definirlo “il vero spirito dei montanari”! Tornando agli allenamenti – di cui sopra – le due sedute “comunitarie” sono una con esercizi di tipo aerobico (corsa – camminata – camminata con bastoni – mtb, ecc.) all’interno della quale possono essere proposti anche lavori più specifici per quel che riguarda l’intensità; mentre l’altra seduta proposta quest’anno (2017) – e seguita nello specifico dal bravo preparatore atletico Nicola Viviani – consta di circuiti nei quali si va a sviluppare le qualità (specifiche) interessate nello ski – alp quali forza, destrezza, agilità, core stability, ecc. Sono tante le qualità da migliorare ed affinare sempre durante la preparazione “a secco”, ovvero estiva, perché le varie fasi “race” dello ski – alp come la salita con le pelli, i tratti a piedi, la discesa ed i continui cambi d’assetto … vanno ad interessare davvero tutto l’apparato locomotorio e psicofisico dell’atleta. Per il resto della settimana, rispettando anche delle giornate di riposo che variano in base alle categorie ed all’età, i ragazzi si auto-gestiscono, ma sempre sulle indicazioni base degli allenatori. Non mi rimane che fare veramente un in bocca al lupo vero e sincero a tutti i nostri meravigliosi atleti per una stagione invernale da incorniciare e soprattutto – veramente – con i “fiocchi” a 360 gradi>>.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *